venerdì 25 gennaio 2013

I MODERATI 2.0 PER LE LIBERTA’ E IL GRANDE SUD NEL LAZIO VITTIME PER META’ DI UN CASO DI ABDUCTION … POLITICO!



Un comunicato di non più di qualche giorno fa dichiarava che il Presidente dei Moderati 2.0 per le libertà Leo Zagami*, si candidava in prima persona alla Camera dei Deputati nel Lazio per il Grande Sud (confermata la sua candidatura alla Camera dei deputati in Abruzzo), e sempre nel Lazio e sempre per il Grande Sud candidava al Senato un grande personaggio di rilievo internazionale come Roberto Pinotti. Tutto pronto insomma per scendere nel vivo della campagna elettorale, quando improvvisamente (notizia di meno di 24 ore fa) la lista dei candidati per la Camera dei Deputati e per il Senato nel Lazio per il Grande Sud, diventa … carta straccia! E non per colpa del Grande Sud, è bene specificare. Per essere più precisi vengono riscontrate tali e tante irregolarità da determinarne sia l’invalidamento delle candidature e quindi delle liste, sia lo screditamento con un’azione di questo tipo della bontà dell’intero progetto politico del Grande Sud. Poi la notizia del salvataggio per Grande Sud nel Lazio della lista per la Camera dei deputati (intanto Leo Zagami era stato inserito per il suo curriculum eccellente nella lista - poi saltata definitivamente - dei candidati al Senato nella regione Lazio insieme a Pinotti). Ma sembra che sia ancora tutto in fase di definizione. Comunque in un comunicato ufficiale diramato dal CUN in queste ore, si legge in merito all’accaduto: “(…) ecco il 23 gennaio la sconcertante e grave notizia che a sorpresa, per inattese “irregolarità amministrative” nella sua presentazione (dovute, incredibilmente, al furto di parte delle firme degli elettori raccolte e richieste dalla legge per il previsto riconoscimento), la Lista suddetta per il Senato per Roma e il Lazio era stata ricusata. Quindi, tutte le candidature sono state per forza di cose necessariamente  archiviate fra non pochi interrogativi e mentre scattavano denunce penali contro ignoti. E comprensibilmente c’è pure chi si è chiesto se il grave accaduto (appropriazione indebita di documenti elettorali) non si giustifichi con un possibile intervento doloso da parte di un Sistema intimorito che abbia voluto ancora una volta estromettere l’ufologia nella persona di chi l’ha sostenuta e la sostiene in Italia più di chiunque altro, muovendosi pesantemente e giocando sporco. Comunque sia, resta il fatto che ancora una volta Roberto Pinotti non si è tirato indietro. E che ciò, al di là dell’amarezza per l’accaduto, non ha minimamente fiaccato il suo inossidabile impegno. Dispiace solo constatare che la sua posizione in Lista al quarto posto avrebbe forse anche potuto garantire qualche chance di effettivo successo... Quanti, in assoluta male fede e solo per delegittimarne la specchiata figura, lo hanno talvolta strumentalmente indicato come colluso col “Sistema” e con  ambienti dell’Intelligence, mai come oggi, dopo quanto è accaduto, vengono così smentiti e ridicolizzati. La verità è che Pinotti si è da sempre fatto carico di fare comunque gli interessi dell’ufologia, e in concreto ha sempre operato nell’interesse di tutti gli operatori del settore, dai sostenitori (tanti) agli avversari (pochi). Pertanto, tale parentesi politica per l’ufologia italiana si è così momentaneamente conclusa. Nondimeno, Pinotti continuerà a fare quello che ha sempre fatto, senza rimpianti e col solito entusiasmo. Dai Simposi di San Marino alle riviste da lui dirette, dagli interventi radiotelevisivi ai libri di divulgazione, dai congressi all’estero in rappresentanza dell’Italia ai contatti con gli ambienti istituzionali a nome del CUN.”
Il presidente dei Moderati 2.0 per le libertà, Leo Zagami si dichiara sconcertato da quanto accaduto, e pronto a vederci chiaro quanto prima. Sarà stato dunque un cortocircuito generato dalla mortifera Legge Porcellum che si dimostra essere lontana anni luce dal concetto stesso di legge elettorale coerente, equa ed efficace? Una legge che era stata promossa nel 2005 dal governo di centrodestra che fece approvare dal Parlamento, dotata sì di una certa complessità (con premio di maggioranza nazionale alla Camera e premio di maggioranza regionale al Senato per la coalizione vincente) ma che in questo caso specifico ha lasciato come protagonisti i soliti mestieranti della politica, e magari escluso uomini come il celebre Roberto Pinotti che un contributo serio alla politica del nostro paese lo avrebbe dato senza dubbio. Ma allora qualche potere occulto, legato ai servizi “deviati” della politica, delle segreterie “sotterranee” di partito, non gradiva la presenza alla Camera o al Senato di personaggi scomodi come Leo Zagami e Roberto Pinotti (che tra l’altro conferma la sua vicinanza ai Moderati 2.0 per le libertà e la sua disponibilità a ricandidarsi)? Tanto per entrare nel concreto, l’azione politica di Roberto Pinotti (Presidente del Centro Ufologico Nazionale noto altrimenti come C.U.N.) ad esempio nell’ambito dei disclosures italiani, sarebbe stata ben vista nella stanza dei bottoni, che certe “verità” preferirebbero tenerle ben chiuse sotto lucchetto? E ancora l’azione politica di un Leo Zagami, nell’ambito dei disvelamenti delle derive massoniche all’interno del governo italiano, non avrebbe creato più di qualche malumore, nei palazzi del potere? Molti sono gli interrogativi, le ipotesi, ma il desiderio di far luce su questo straordinario caso di abduction politico resta forte e deciso. Ad ogni modo il progetto politico e di rinnovamento sociale di Leo Zagami non si ferma e allora ecco che come Presidente dei Moderati 2.0 si candida alla Regione Lazio per Grande Sud. E c’è una novità: accanto a lui sempre per la Regione Lazio confluito da Moderati 2.0 per le libertà in Grande Sud si candida Patrick Ray Pugliese personaggio ai più noto per il Grande Fratello, ma che in realtà si presenta nelle vesti di candidato avendo come background una vasta conoscenza culturale in ambito ufologico, e artistico come pittore (si firma sotto pseudonimo) affermato e conosciuto a livello internazionale. Il Presidente dei Moderati 2.0 per le libertà Leo Zagami con la candidatura di Patrick Ray Pugliese dichiara di essere convinto di aver scelto un nome valido e  preparato ad affrontare la politica futura del nostro paese. Da non dimenticare il 26 gennaio 2013 a Tivoli un importante appuntamento a partire dalle ore 17,00  presso LE SCUDERIE ESTENSI (in Piazza Garibaldi) dove ci sarà stato l’incontro dibattito con il candidato del GRANDE SUD alla Regione Lazio LEO ZAGAMI, per la presentazione del progetto politico del Grande Sud per il Lazio e per l'Italia con la partecipazione dei candidati scelti dai Moderati 2.0 per le libertà. Si parlerà di politiche giovani e territorio, quali strategie da adottare nell’immediato sul piano del lavoro, dell’economia, del servizi e del sociale, perché nessuno rimaga indietro. Un progetto politico quello di Leo Zagami Presidente dei Moderati 2.0 per le libertà sposato e sostenuto da Italia Etica, organizzazione con oltre 79000 iscritti in Italia conosciuta per mettere in atto tutte le possibili manovre per sconfiggere quelle eventuali infiltrazioni o influenze mafiose e delinquenziali, presenti nel tessuto politico nazionale, che tendono per interessi economici propri, a ritardare, distrarre, occultare o ed indebolire l’economia ed il benessere dello Stato



*LEO ZAGAMI nato il 5 Marzo del 1970 a Roma e figlio del Prof. Elio Zagami noto analista junghiano, scrittore e co-fondatore del G.A.P.A. (Gruppo Autonomo di Psicologia Analitica di cui era presidente), nipote del Senatore e saggista Leopoldo Zagami noto per aver scritto i libri piu' autorevoli sulla storia delle Isole Eolie, e figlio di Jessica Lyon Young membro della famiglia della Regina Madre d'Inghilterra, a sua volta figlia degli scrittori Henry Lyon Young e Felicity Mason collaboratrice di William Burroughs nota come Anne Cumming. Sostenuto dalla creatività dell'ambiente in cui è nato, fin dalla tenera eta' si dedica allo studio e alla ricerca in campo esoterico, storico, e filosofico parallelamente alla sua passione per i media e la musica, che lo porterà a collaborare con radio e televisioni in tutto il mondo (BBC inglese, ABC Australiana, la NRK norvegese...), cosa che lo ha portato a essere il primo speaker radiofonico estero a parlare liberamente sulla Radio Russa dopo il crollo del muro di Berlino e a organizzare un party di beneficienza nel celebre Bolshoi di Mosca nel 2002 con le massime autorita' delle istituzioni russe. Dal 2006 inizia, non senza problemi ma coraggiosamente, la sua attivita' divulgativa sul web riguardante il suo coinvolgimento diretto con il Nuovo Ordine Mondiale e le Societa' Segrete ad esso collegate comunemente note come gli illuminati. Dal 2009 diventa autore di ben 4 libri di saggistica e geopolitica pubblicati in Giappone e diventati presto best sellers, vendendo oltre 50 mila copie. I primi due libri sono stati scritti insieme al noto giornalista ed ex responsabile della prestigiosa pubblicazione Forbes Magazine Benjamin Fulford, il terzo insieme alla Principessa del Giappone Koaru Nakamaru, il quarto invece, pubblicato il 1 Novembre del 2011, è la sua prima opera solista in campo letterario, cosi come i due volumi di prossima uscita per Uno Editori.

*ROBERTO PINOTTI - Roberto Pinotti - Nato a Venezia il 12 settembre 1944. Laureato il Scienze Politiche con indirizzo sociologico alla “Cesare Alfieri” dell’Università di Firenze con docenti quali Giovanni Spadolini, Luciano Cavalli, Giovanni Sartori e Mario Luzi. Master in  economia successivamente conseguito in Svizzera. Servizio militare effettuato come ufficiale di complemento dell’Arma di Artiglieria nella III Brigata Missili in ambito NATO. Poliglotta, ha visitato oltre 30 paesi in 5 continenti ed è coniugato senza prole con Lidia Parentelli, già insegnante alle Scuole Superiori statali. Giornalista pubblicista dal 1975. Giornalista aerospaziale iscritto all’UGAI (Unione Giornalisti Aerospaziali Italiani) e già collaboratore della Rivista Aeronautica dell’Aeronautica Militare italiana, i suoi articoli sono apparsi da Il Giornale a Il Resto del Carlino, da L’Europeo a Epoca, da Scienza e Vita al mensile di aeronautica JP4, dalla Rivista Militare a Pianeta e da Gli Arcani a Il Giornale dei Misteri. Entrato nel 1992 grazie ad un concorso per giovani laureati, ha operato a Firenze fino al 1990 con vari incarichi nel Servizio Commerciale della FIAT Auto spa per il marchio Lancia. Membro dell’American Institute for Aeronautics and Astronautics, fra il 1985 e il 1995 ha operato come ricercatore aerospaziale in campo sociologico sui problemi di abitabilità nello spazio per la Ditta del Comparto Aerospaziale Fiorentino (la Futuro srl) da lui creata con l’Architetto Spaziale Daniele Bedini, collaborando con l’Agenzia Spaziale Italiana, l’Alenia Spazio, l’Agenzia Spaziale Europea, l’International Space University di Strasburgo, il Centro Nazionale Studi Spaziali francese di Tolosa, il SETI (Search for Extra-Terrestrial Intelligence) statunitense e l’Università di Firenze (per diversi anni come assistente del corso di Architettura Spaziale tenuto dall’Architetto Daniele Bedini presso la cattedra di Processi e Metodi per la Produzione Edilizia della Facoltà di Architettura). Ha partecipato con numerose relazioni tecniche a vari Congressi astronautici e scientifici internazionali dall’Inghilterra alla Svizzera e dall’India e dalla Francia. Dal 2009 è membro ordinario per chiamata dell’Accademia delle Scienze di San Marino. Fondatore, portavoce e già Presidente del Centro Ufologico Nazionale italiano (CUN) referente sul tema degli Oggetti Volanti Non Identificati del competente Reparto Generale Sicurezza dell’Aeronautica Militare italiana, dal 1966 ne dirige la rivista mensile Notiziario UFO (in edicola dal 1995 e che ha oggi superato le 200 uscite) e ora UFO International Magazine (organo del CUN e del Coordinamento Euro-Latinoamericano-Statunitense per l’Informazione Ufologica). Dal 1967 è sistematicamente coinvolto come esperto radiotelevisivo per le tematiche spaziali e misteriosofiche in innumerevoli trasmissioni da RAI, Mediaset, Telemontecarlo / La Sette, Sky, TSI, BBC, Discovery Channel, History Channel, National Geographic Channel ed altre emittenti straniere. Ha diretto con grande successo per la Fratelli Fabbri (RCS) l’enciclopedia multimediale sul tema degli UFO e degli extraterrestri UFO Dossier X (oltre 1600 pagine, 70 fascicoli settimanali, 5 sezioni e 35 videodocumentari) tradotta e diffusa anche nei paesi di lingua spagnola e in campo librario è autore a tutt’oggi di 35 saggi divulgativi a diffusione popolare (per lo più editi da RCS, Mondadori ed Editoriale Olimpia), alcuni dei quali tradotti e pubblicati anche all’estero (dalla Germania al Brasile e dalla Romania alla Spagna). Dal 1967 ad oggi ha realizzato un centinaio di congressi a carattere scientifico e culturale, una buona metà dei quali, a livello mondiale, coordinati dal 1993 sotto l’egida del Governo della Repubblica di San Marino. Ha ufficialmente relazionato innumerevoli volte in congressi all’estero in rappresentanza italiana, dagli USA al Brasile e dall’Europa all’India. Dal 2009 è anche animatore del Coordinamento Euro-latinoamericano-statunitense per l’Informazione Ufologica. Dal 2002 dirige anche la rivista Archeomisteri Magazine (rivista di approfondimento sugli enigmi del passato, della tradizione e del sacro con oltre 60 uscite) quale Segretario e portavoce del Comitato Interdisciplinare per le Ricerche Protostoriche E Tradizionali (CIRPET). Dal 2012 dirige altresì l’edizione italiana della rivista internazionale di cinema EMPIRE. E’ comunemente considerato la maggiore autorità in Italia sugli UFO, la vita extraterrestre, la futurologia, la protostoria, l’esoterismo e i fenomeni insoliti.  Col suo nome e cognome è stato battezzato in suo onore un pianetino scoperto nel 1997.

Informazioni generali: possono essere richieste a Giovanni Minoli, Roberto Giacobbo, Fabio Fazio e Corrado Augias (RAI), Maurizio Costanzo e Claudio Brachino (Mediaset).



PATRICK RAY PUGLIESE  Patrick Ray Pugliese (Teheran, 5 dicembre 1977) è un personaggio televisivo italiano. Nato a Teheran il 5 dicembre 1977, inizia la sua esperienza televisiva come presentatore per il canale satellitare Montecarlo Sat, attività conclusasi nel 2002. Nel 2004 ottenne notorietà nazionale partecipando alla quarta edizione del Grande Fratello, nella quale si classifica secondo (battendo la terza classificata Katia Pedrotti, ma perdendo contro la vincitrice Serena Garitta nel ballottaggio finale) e diviene uno dei personaggi imitati in Mai dire Grande Fratello della Gialappa's Band, con l'interpretazione di Fabio De Luigi. Dopo il Grande Fratello, nel settembre 2004 è chiamato da Antonio Ricci per entrare a far parte del TG satirico Striscia la notizia, con uno suo spazio durante il quale ha il compito di consegnare il Gongolo di Platino, alternativa con valenza positiva del più noto Tapiro d'Oro, solitamente consegnato da Valerio Staffelli. Nell'autunno 2004 partecipa al settore di Buona Domenica intitolato Il condominio (Canale 5) - Buona Domenica. Nel 2006 recita in una puntata di Casa Vianello, intitolata “Reality show”, al fianco di Sandra Mondaini e Raimondo Vianello: nello stesso periodo partecipa, al fianco di Martina Colombari, alla sit-com Radio Sex in onda su Alice Home Tv sotto la regia di Alessandro Baracco. Sempre nel 2006 viene nominato Cittadino Onorario di Arcevia nelle Marche, avendo ottenuto la nomina di Cavaliere dell’Ordine dei Protettori della Madonna di Montevago, e ha esposto una mostra personale di suoi quadri nella Stanza Reale del Castello di San Pietro in Musio assumendo l’appellativo di Patrick Ray Pugliese D’Arcevia. Dal 2007 è Dj e produttore discografico, solitamente prediligendo la musica House, Underground, Progressive, Tech-House. Nel 2008 entra nelle sale cinematografiche come interprete de I Picciuli, film nato da un'idea di Alfredo Li Bassi e diretto da Enzo Cittadino. Nel 2008 termina il suo ruolo in Striscia la Notizia e inizia una collaborazione con Giampietro Cutrino (Gip) del programma Le Iene, in onda su Italia 1 partecipando al progetto tv One million year[8]. Nel 2010 partecipa a Le Iene su Italia 1 come inviato. Nell'autunno 2010 torna a Canale 5 come inviato insieme con Serena Garitta e Veronica Ciardi per i contenitori televisivi Pomeriggio Cinque e Domenica Cinque, ruolo che prosegue (sempre insieme a Serena Garitta e Veronica Ciardi nel gennaio 2011 a Stasera che sera! e, di nuovo, per la stagione 2010/11, a Pomeriggio Cinque, programmi condotti da Barbara d'Urso su Canale 5. Partecipa anche (sempre insieme al valletto di Pomeriggio Cinque Marco Ceriani e alle già citate Serena Garitta e Veronica Ciardi) a Capodanno Cinque, veglione di Canale 5 in onda in occasione del Capodanno 2011 e condotto anche questo da Barbara d'Urso. Nel 2011 e nel 2012, in qualità di deejay producer, collabora con Nari&Milani, Dj Joseph B., Francesco Passantino, elaborando alcuni progetti discografici come Satisfaction Monster remix, New flame, Deep House Underground e Name it know it stop it (Patrick Ray & Jünger): contemporaneamente è all'interno del palinsesto radiofonico di m2o col programma Glam, condotto da Carlotta e Alessandro Lippi. Nel settembre 2011, Patrick è nuovamente nel cast degli inviati di Pomeriggio Cinque con Veronica Ciardi, Serena Garitta e alla new-entry Margherita Zanatta per la stagione televisiva 2011/12, ma per lui (e per la Garitta) questo impegno lavorativo termina nel gennaio 2012.
Il 13 febbraio 2012 Patrick (insieme a Ferdinando Giordano e Cristina Del Basso è chiamato da Endemol per entrare nel Grande Fratello 12 come concorrente a tutti gli effetti con il titolo di Invasore (ovvero di guest-star) al fine di "ostacolare" il percorso dei concorrenti "originali" di questa dodicesima edizione verso la - potenziale - vittoria finale: Patrick riesce ad eliminare i due colleghi invasori e alcuni dei concorrenti "originali" classificandosi terzo nella puntata finale di domenica 1 aprile 2012.
Dal 7 luglio 2012 partecipa alla conduzione del programma per ragazzi Karaoke Super Show!, programma in onda su Super! sotto la conduzione di Cristina D'Avena. (fonte Wikipedia)




Nessun commento:

Posta un commento